Settore Edile: agevolazioni INPS

20.12.2013 22:21

Il Ministero del Lavoro  ha confermato per l’anno 2013 il il supporto a favore delle imprese edili consistente nella riduzione sui contributi dovuti – nella misura dell’11,50% – per le assicurazioni sociali diverse da quella pensionistica, da applicare ai soli operai occupati con un orario di lavoro di 40 ore settimanali, con esclusione quindi dei lavoratori a tempo parziale e di quelli per i quali sono previste specifiche agevolazioni contributive ad altro titolo.

Le aliquote contributive da considerare sono quelle in vigore, per i diversi settori di attività – industria e artigianato – dal 1° gennaio 2013. 

L’agevolazione riguarda il periodo da gennaio a dicembre 2013 e: 

  • non trova applicazione sul contributo destinato al finanziamento dei fondi interprofessionali per la formazione continua e versato dai datori di lavoro, fino al 31 dicembre 2013, unitamente alla contribuzione a copertura della disoccupazione involontaria;
  • non spetta per quei lavoratori per i quali sono previste specifiche agevolazioni contributive ad altro titolo (ad esempio, assunzione dalle liste di mobilità, assunzioni di disoccupati da almeno due anni, contratti di inserimento, ecc.).

I datori di lavoro interessati sono quelli esercenti attività edile (ATECO “45.11” al “45.45.2”), in regola con la certificazione di regolarità contributiva anche da parte delle casse edili, che non abbiano riportato condanne passate in giudicato per la violazione in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro nel quinquennio antecedente alla data di applicazione dell’agevolazione.

Le richieste per lo sgravio vanno inviate solo per via telematica utilizzando il modulo "Rid-Edil" attraverso il sito web dell’INPS.

Link : Circolare

Link: INPS

—————

Indietro