Perchè la scelta del software gestionale può determinare il successo di un'azienda

26.09.2012 23:09

 

La consulenza legata all’implementazione di un sistema ERP è sia di natura tecnica che strategica.

In previsione di una riorganizzazione aziendale, tipico momento con il quale coincide l’inserimento o la sostituzione di un sistema ERP, il software gestionale risulterà essere il miglior alleato in quanto è creato per servire l’azienda correttamente organizzata.

Uno dei principali motivi di insuccesso nei progetti di inserimento di tecnologia gestionale è proprio il desiderio dell’imprenditore o di chi ne fa le veci di piegare il software alle metodologie organizzative in uso in azienda.

Sbagliando, si pensa che un software ERP sia valido nel momento in cui si riesce ad implementarlo in azienda senza cambiare le abitudini della struttura nel suo modo di lavorare ai vari livelli. Nella maggior parte dei casi, dopo un vero e proprio “bagno di sangue”, ci si accontenta di ottenere un’efficienza del nuovo ERP molto vicina a quella del vecchio, magari con piccoli miglioramenti in termini di servizio e qualche report in più. Saranno probabilmente mantenuti gran parte dei vizi e delle inefficienze della vecchia organizzazione e le potenzialità del nuovo gestionale saranno sfruttate si e no al 20%. In termini di vantaggi per l’azienda, questa operazione vale molto di più.

Un buon software gestionale, se installato in regime di corretta organizzazione aziendale, permetterà alla direzione generale di avere dati completi da analizzare ed in base ai quali prendere decisioni importanti in sicurezza. L’area commerciale potrà contare su strumenti di business intelligence e crm per migliorare le relazioni con l’esterno e potrà gestire le attività di marketing e vendita in maniera più efficace grazie alla possibilità di offrire ai clienti e ai collaboratori informazioni, dati e report corretti, esaurienti nei contenuti ed ovviamente in tempo reale.

La produzione potrà verificare l’efficienza dei suoi processi, ridurre gli sprechi, gestire i ritardi, migliorare le capacità di previsione e pianificazione, potrà rendere efficiente la comunicazione tra i reparti ed avere una visione esatta delle disponibilità dei materiali ai vari livelli del processo produttivo.

L’area amministrativa potrà contare su strumenti più efficaci e su una quantità di dati provenienti dai flussi gestionali che gli permetteranno di sviluppare attività di analisi e controllo molto più accurate, soprattutto nell’ambito del controllo di gestione e della tesoreria.

 

fonte:Riccardo Marruchi

 

—————

Indietro