la risorsa per le imprese

Per le #PMI #innovative agevolazioni da #startup

27.01.2015 10:29

Le PMI Innovative devono avere i seguenti requisiti

  • a) residenza in Italia o in uno degli Stati membri dell'Unione europea o in Stati aderenti all'accordo sullo spazio economico europeo, purchè abbiano una sede produttiva o una filiale in Italia;
  • b) certificazione dell'ultimo bilancio e dell'eventuale bilancio consolidato redatto da un revisore contabile o da una società di revisione iscritti nel registro dei revisori contabili;
  • c) assenza di possesso di azioni quotate su un mercato regolamentato o su un sistema multilaterale di negoziazione;
  • d) assenza di iscrizione al registro speciale previsto da decreto-legge n. 179-2012;

n. 2  requisiti tra:

  • volume di spesa in ricerca e sviluppo, escluse le spese per l'acquisto di beni immobili, in misura uguale o superiore al 3% della maggiore entità fra costo e valore totale della produzione della PMI innovativa;
  • impiego come dipendenti o collaboratori a qualsiasi titolo, in percentuale uguale o superiore a un quinto della forza lavoro complessiva, di personale in possesso di titolo di dottorato di ricerca o che sta svolgendo un dottorato di ricerca presso un'università italiana o straniera, oppure in possesso di laurea e che abbia svolto, da almeno tre anni, attività di ricerca certificata presso istituti di ricerca pubblici o privati, in Italia o all'estero, ovvero, in percentuale uguale o superiore a un terzo della forza lavoro complessiva, di personale in possesso di laurea magistrale;
  • titolarità, anche quali depositarie o licenziatarie, di almeno un brevetto o un software  afferente all'oggetto sociale e all'attività di impresa.

Le PMI innovative dovranno iscriversi presso un'apposita sezione speciale del Registro delle imprese riportando:

  • a) data e luogo di costituzione, nome e indirizzo del notaio;
  • b) sede principale ed eventuali sedi periferiche;
  • c) oggetto sociale;
  • d) breve descrizione dell'attività svolta, comprese l'attività e le spese in ricerca e sviluppo;
  • e) elenco dei soci con trasparenza rispetto a fiduciarie, holding, con autocertificazione di veridicità;
  • f) elenco delle società partecipate;
  • g) curriculum vitae dei soci e del personale la cui prestazione lavorativa è connessa all'attività innovativa delle PMI;
  • h) indicazione dell'esistenza di relazioni professionali, di collaborazione o commerciali con incubatori certificati, investitori istituzionali e professionali, università e centri di ricerca;
  • i) ultimo bilancio depositato, nello standard XBRL;
  • l) elenco dei diritti di privativa su proprietà industriale e intellettuale;
  • m) sito internet.

Queste imprese potranno quindi beneficiare della riduzione degli oneri per l'avvio di impresa, accedere a forme alternative di remunerazione come stock option e work for equity e raccogliere capitali con crowdfunding oltre ad assicurare il beneficio fiscale a chi investe (persona fisica o giuridica) in startup innovative

 

 

 

Indietro

Cerca nel sito

CONTRIBUTI FVG ® 2019