Incentivi all'occupazione

10.01.2012 21:23

La Regione FVG, anche nel 2012, mette a disposizione incentivi all'occupazione di cui alla Legge Regionale 18/2005 nella quale vengono sostenuti l'assunzione, l'inserimento in qualità di soci – lavoratori in cooperative, la stabilizzazione occupazionale e lo sviluppo di nuove attività imprenditoriali da parte di soggetti con determinati requisiti.

Possono beneficiare degli incentivi:

a) imprese e loro consorzi, associazioni, fondazioni e soggetti esercenti le libere professioni in forma individuale, associata o societaria;
b) cooperative e loro consorzi.

Saranno disciplinati i seguenti rapporti di lavoro:

1) Assunzioni con contratti di lavoro a tempo indeterminato - sono previsti incentivi all'assunzione di personale a tempo indeterminato delle seguenti categorie di soggetti:

- Lavoratori in condizione di svantaggio occupazionale:

- disoccupati da almeno 12 mesi con meno di 35 anni d'età;
- disoccupati invalidi del lavoro (con invalidità inferiore al 34%);
- disoccupati (anche da un solo giorno) con più di 35 anni d'età;
- disoccupati a cui mancano meno di 5 anni per la pensione.

- Lavoratori in condizione di particolare svantaggio occupazionale:

- donne disoccupate con più di 45 anni d'età;
- uomini disoccupati con più di 50 anni d'età;
- disoccupati a cui mancano meno di 3 anni per la pensione.

L'ammontare del contributo è determinato in funzione dell'età anagrafica e di eventuali altri contributi o agevolazione che vengono percepiti per la stessa assunzione e va da un minimo di € 2.500 a un massimo di € 14.000. In caso di contratto a tempo indeterminato part-time gli importi verranno riproporzionati.

2) Assunzioni con contratto di lavoro a tempo determinato - sono previsti incentivi all’assunzione di personale a tempo determinato con:

a) contratto di lavoro di almeno 24 mesi:

- donne disoccupate con più di 45 anni d'età;
- uomini disoccupati con più di 50 anni d'età.

b) Contratto di lavoro di almeno 12 mesi:

- disoccupati (donne e uomini) a cui mancano meno di 3 anni per la pensione (la durata del contratto deve essere pari ad almeno la metà del periodo di contribuzione necessario per la maturazione del diritto).

L'ammontare del contributo varia da un minimo di € 2.000 ad un massimo di € 4.000 per ciascuna assunzione a tempo determinato di durata non inferiore ai 24 mesi, mentre nel caso di contratti con durata di almeno 12 mesi il contributo è pari ad € 4.500 per ogni anno di lavoro garantito e utile per la maturazione del diritto al trattamento pensionistico secondo la vigente disciplina. In caso di contratto a tempo determinato part-time gli importi verranno riproporzionati.

3) Stabilizzazioni: l'incentivo riguarda la stabilizzazione con contratto a tempo indeterminato di lavoratori attualmente in forza con contratti di tipo precario.

Alla data di presentazione della domanda:

- il contratto deve essere in corso alla data di presentazione della domanda (e solo per i contratti a tempo determinato ai sensi del D.lgs. 368/01 non scadere oltre i 24 mesi da tale data);
- i lavoratori devono avere una condizione occupazionale precaria ovverosia aver lavorato negli ultimi 5 anni per almeno 18 mesi complessivi con uno o più di questi contratti:

- contratto a tempo determinato;
- contratto a tempo intermittente;
- contratto di formazione lavoro;
- contratto di inserimento;
- co.co.co o co.co.pro;
- contratto di lavoro interinale;
- contratto di somministrazione;
- apprendistato.

La Trasformazione deve riguardare solo ed esclusivamente:

- contratti a tempo determinato ai sensi del D.lgs. 368/01;
- contratto di lavoro intermittente;
- contratto di inserimento;
- contratto di lavoro a progetto;
- contratto di somministrazione lavoro;
- contratto di apprendistato (N.B. solo in questo caso non sono richiesti i 18 mesi di lavoro precario).

L'ammontare del contributo per ciascuna stabilizzazione va da un minimo di € 1.500 ad un massimo di € 7.500. In caso di contratto a tempo indeterminato part-time gli importi verranno riproporzionati.

Per i lavoratori provenienti da settori in crisi non è richiesta la condizione occupazionale precaria. Il contributo varia a seconda dell'età del lavoratore, di eventuali altri contributi o agevolazioni e va per le Assunzioni da un minimo di € 4.500 ad un massimo di € 13.000; per quanto riguarda le Stabilizzazioni, invece, va da un minimo di € 3.000 ad un massimo di € 11.000.

L'Azienda, per poter godere dei contributi messi a disposizione, deve presentare domanda almeno 1 giorno prima dell'assunzione/stabilizzazione.

I soggetti interessati dovranno inviare domanda di contributo (e documentazione richiesta), entro il 30 settembre 2012, tramite raccomandata a. r. ai seguenti indirizzi:

Provincia di Gorizia
Corso Italia, 55
34170 Gorizia

Provincia di Pordenone
Servizio Politiche del Lavoro
Via don Sturzo, 8
33170 Pordenone

Provincia di Trieste
Sportello del Lavoro
Scala dei Cappuccini, 1
34100 Trieste

Provincia di Udine
Servizio Lavoro, Collocamento e Formazione
Via della Prefettura, 16
33100 Udine

—————

Indietro