Il contratto di rete d'impresa opportunità per le PMI

04.06.2010 17:57

Il concetto di ‘rete d’impresa’ fa riferimento ad una tipologia di associazione tra imprese, in base al cosiddetto contratto di rete, definito dal ministero dello Sviluppo Economico, regolato dalla legge 33/2009 e successive modificazioni.

Con il contratto di rete, due o piu’ imprese si impegnano ad esercitare in comune una o piu’ attivita’, al fine di un miglioramento delle rispettive capacita’ innovative e competitivita’.

 

Le reti d’impresa si propongono di aumentare il livello di collaborazione tra i partner in un’ottica di sistema, incentivando il cosiddetto “incrocio di tecnologie” (Reti d’avanguardia).

Il contratto di rete deve contenere:

1) l’indicazione degli obiettivi strategici e delle attivita’ comuni poste a base della Rete;

2) le modalita’ di realizzazione di un programma, da perseguirsi attraverso l’istituzione di un fondo patrimoniale comune o mediante singoli patrimoni che ogni contraente destina alla Rete;

3) la durata del contratto, le modalita’ di adesione di altre imprese e le possibilita’ di recesso;

4) l’organo comune di gestione e di rappresentanza e le modalita’ di promozione.

 

Un'ottima opportunità per le PMI di collaborare ad un progetto comune ognuna destinando le proprie competenze, conoscenze e fondi "rischiando" esclusivamente il proprio conferimento

 

Link: www.industria2015.ipi.it/?id=12

—————

Indietro