Contributi per riqualificazione-ristrutturazione immobili #fvg

06.03.2015 10:56

Chi può beneficiare del contributo

Il contributo può essere concesso alle persone fisiche o a soggetti privati diversi dalle persone fisiche (a titolo esemplificativo ancorché non esaustivo, si citano: imprese, società di capitali, società di persone, associazioni, onlus…), titolari del diritto di proprietà, anche pro quota, sull’immobile, o che posseggano, ad altro titolo, l’immobile nei limiti in cui è loro riconosciuto il diritto ad eseguire l’intervento (diritti reali di godimento che, ai sensi del codice civile, consentano tali interventi; altri diritti espressamente conferiti per es. dal proprietario a soggetti terzi). 

Interventi finanziabili

Sono finanziabili interventi di: 

- ristrutturazione edilizia 
- manutenzione straordinaria 
- restauro e risanamento conservativo 

volti al recupero, riqualificazione e riuso del patrimonio immobiliare privato 
 

Caratteristiche

Possono essere finanziati interventi solo su immobili ricadenti all’interno delle zone omogenee A e B0 o su singoli edifici ad esse equiparati (e non devono ricadere in aree dichiarate ad alta pericolosità idraulica e idrogeologica): 
- in stato di abbandono, ovverosia immobili, con qualsiasi destinazione d’uso, non utilizzati, alla data di entrata in vigore della legge regionale 15/2014 (8 agosto 2014) e in possesso di documentazione attestante l’inagibilità la quale dovrà essere prodotta entro il termine per la concessione del contributo 

oppure 

- in stato di sottoutilizzo, ovverosia immobili con destinazione residenziale i quali, alla data di entrata in vigore della legge regionale 15/2014 (8 agosto 2014) risultino non occupati ovvero occupati da un numero di soggetti in misura inferiore al 30 per cento rispetto a quello massimo insediabile in base ai parametri di cui alla legge regionale 23 agosto 1985, n. 44 
 

Entità del contributo 
 

Il contributo è pari al 50 per cento della spesa per la parte effettivamente a carico del richiedente tuttavia se l’intervento comporta la realizzazione di alloggi per gli interventi attuati da soggetti privati diversi dalle persone fisiche, il contributo non può essere superiore a 30.000,00 euro per alloggio e per gli interventi attuati dalle persone fisiche, il contributo non può essere superiore a 40.000,00 euro per alloggio. 

Verranno selezionate con priorità le seguenti domande:

a) incremento della classe energetica 

b) incremento della sicurezza sismica 

c) destinazione degli alloggi a “prima casa” 

d) interventi di “edilizia convenzionata” 

e) interventi realizzati da soggetti, con sede legale od operativa in regione da almeno 1 anno 

f) minor peso percentuale del contributo pubblico in rapporto al costo dell’intervento 

g) maggior numero alloggi da realizzare 

h) versamento dei tributi nel territorio della Regione 

Presentazione domande: fino al 3/6/2015

Per info : LINK

—————

Indietro