Contributi per le nuove imprese artigiane

24.07.2012 08:31

Le PMI e Microimprese artigiane possono richiedere finanziamenti a fondo perduto per le spese legali, per l’acquisto di macchinari, attrezzature, arredi e software gestionali, per l’esecuzione di opere edili e impiantistica, per la progettazione, la direzione lavori e il collaudo.

Spese ammissibili

a) spese legali direttamente connesse alla costituzione dell’impresa, nel limite massimo del 5 per cento dell'investimento complessivo
b) acquisto di macchinari e attrezzature nuove di fabbrica da destinare esclusivamente al nuovo laboratorio
c) acquisto di arredi per ufficio
d) acquisto di software gestionali 
e) opere edili ed impiantistica generale su unità immobiliari da adibire a nuovo laboratorio
f)  spese di progettazione, direzione lavori e collaudo, nei limiti massimi fissati dal decreto del Presidente della Regione 453/2005, per gli interventi di cui alla lettera e)

Intensità dell’aiuto e limiti di spesa

L’intensità dell’aiuto è pari al 50% delle spese ammissibili ed è elevata al 60% qualora sussista una delle seguenti condizioni:
a) imprese artigiane appartenenti all’imprenditoria giovanile
b) imprese artigiane appartenenti all’imprenditoria femminile
c) imprese artigiane localizzate nelle zone di svantaggio socio economico

La spesa complessiva ammissibile deve rientrare nei seguenti limiti:
a) importo minimo pari a 5.000,00 euro
b) importo massimo pari a 100.000,00 euro

Termini e modalità di presentazione della domanda e avvio dell’iniziativa

Le domande sono presentate entro sei mesi dalla data di iscrizione all'A.I.A., anche al di fuori dei termini ordinari 1° febbraio-30 settembre
Le domande sono redatte utilizzando esclusivamente la modulistica ufficiale e inoltrate al CATA artigianato Friuli Venezia Giulia S.R.L. via del Coroneo, 6, 34133 Trieste

Link per modulistica: QUI

 

—————

Indietro