@ComunediTrieste: contributi per sviluppo #PMI area PISUS

28.04.2015 15:47

SOGGETTI BENEFICIARI DEL CONTRIBUTO

1. le PMI dei settori dell'artigianato artistico tradizionale e dell'abbigliamento, del commercio, del turismo e dei servizi alle persone e alle imprese;

2, i consorzi o società consortili, anche cooperative, costituiti da imprese di cui alla lettera a) I soggetti di cui sopra, devono possedere i seguenti requisiti: a) essere regolarmente costituiti alla data di presentazione della domanda di ammissione e iscritti al Registro delle imprese presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura competente per territorio; b) avere sede o almeno un'unità operativa nell'area PISUS come definita nell'allegato A), secondo quanto risultante dalla visura camerale oppure produrre idonea attestazione, nella domanda di ammissione da parte di un'impresa del territorio regionale, dell'impegno ad operare nell'area PISUS, tramite avvio di una nuova attività, trasferimento o apertura di una sede operativa; c) possedere un'attività codificata dai codici ATECO allegati B) e C) , risultante da visura camerale e/o attestata dall'impresa nella domanda di ammissione ; d) non essere in stato di scioglimento o liquidazione volontaria e non essere sottoposti a procedure concorsuali, quali fallimento, liquidazione coatta amministrativa, concordato preventivo, amministrazione straordinaria

INIZIATIVE FINANZIABILI

1. Le macro-iniziative finanziabili, intese come interventi in grado di incidere, anche e soprattutto attraverso un incremento dei flussi turistici, sul contesto sociale ed economico localizzato nell’area PISUS, e che prevedano manutenzioni, restauri, ristrutturazioni edilizie, ampliamento della sede, degli spazi produttivi o espositivi anche con acquisizione dei relativi arredi e attrezzature destinabili anche a “dehors” sono:

a) nuovo insediamento in un immobile preesistente in area PISUS mediante :

• a1) avvio di una nuova attività ;

• a2) trasferimento o apertura di una sede operativa, di una impresa preesistente sul territorio regionale

b) miglioramento e/o ammodernamento di un’attività già insediata nell’area PISUS, con riferimento ad uno dei seguenti ambiti:

• b1) miglioramento della attrattività dell’impresa;

• b2) miglioramento dell’immagine e della visibilità dell’impresa;

• b3) miglioramento dell’accessibilità in un’ottica di attrazione turistica;

• b4) miglioramento della sostenibilità ambientale delle attività d’impresa. 2. Ciascuna domanda di ammissione al contributo può interessare più ambiti di intervento.

SPESE AMMISSIBILI - AMMONTARE ED INTENSITA’ DEL CONTRIBUTO

1. L’intensità massima del contributo concedibile è pari all’80% della spesa ammissibile.

2. Le spese ammissibili sono le seguenti: a) opere edili e impianti nella misura massima di 80.000,00 euro; b) acquisizione di beni nella misura del 80% della voce di cui al punto 2.a) e, comunque, nella misura massima di 64.000,00 euro, compresi la cartellonistica e il materiale informativo per la pubblicizzazione dell’aiuto finanziario nella misura massima di 500,00 euro per singolo intervento; c) acquisizione di servizi nella misura del 50% della voce di cui al punto 2.a) e, comunque, nella misura massima di 10,000,00 euro; d) spese di progettazione, direzione lavori e collaudi nella misura massima del 10% della voce di spesa di cui al punto 2.a); e) spese per atti notarili ed imposta di registro strettamente inerenti all’intervento e diverse da quelle previste nel quadro economico per le spese ammissibili relative a opere e lavori nella misura massima di 1.000,00 euro; f) IVA se si verificano le condizioni di ammissibilità di cui all’articolo 7 del DPR 196/2008 1 ; g) spese per garanzie bancarie, assicurative, fideiussorie o fornite da altri istituti finanziari strettamente inerenti all’intervento e nella misura massima di 1.000,00 euro.

3. Il contributo minimo concedibile è pari a 20.000,00 euro mentre quello massimo è pari a 100.000,00 euro. Sono ammissibili le spese sostenute successivamente alla data di presentazione, al Comune di Trieste, della domanda di ammissione al contributo.

Le risorse messe a disposizione dal presente bando sono pari ad 1.200.000,00, € (unmilioneduecentomilaeruo) in grado di attivare un investimento minimo pari ad euro 1.500.000,00. Non saranno prese in considerazione le domande la cui spesa ammissibile sia inferiore ad importo di 25.000,00 euro.

Il contributo concesso è a fondo perduto.

Per partecipare: LINK

—————

Indietro