Bonus per le imprese che promuovono i prodotti alimentari italiani all'estero

26.02.2010 12:55

Le imprese che investono in attività promozionali all’estero (sia Stati membri che Paesi terzi), quali fiere ed eventi, potranno richiedere un bonus fiscale a condizione che l’evento permetta di introdurre operatori economici o consumatori all’acquisto di un determinato prodotto agricolo o agroalimentare purché non rivolto al singolo marchio commerciale o riferito direttamente ad un’impresa.

L’incentivo è rivolto alle imprese produttrici e alle piccole e medie imprese alle quali è riconosciuto rispettivamente un credito d’imposta pari al 50% dell’incremento degli investimenti rispetto alla media degli analoghi investimenti realizzati nei tre periodi di imposta precedenti e un credito d’imposta pari al 50% delle spese eccedenti la media delle spese sostenute nei tre periodi d’imposta precedenti.

La domanda va presentata al Ministero delle politiche agricole entro 90 giorni a decorrere dalla data del 25 febbraio 2010, utilizzando il modello disponibile in formato elettronico sul sito internet del Ministero.

Il modello può essere presentato anche per via telematica, all'indirizzo saco11@politicheagricole.gov.it.

Il credito d'imposta riconosciuto deve essere indicato, a pena di decadenza, nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d'imposta in cui è concesso ed in quelle relative ai periodi in cui lo stesso viene impiegato; il credito va utilizzato in compensazione ai sensi dell'art. 17, D.Lgs. n. 241/1997.Al via il credito d'imposta per le imprese che promuovono i prodotti alimentari italiani all'estero

 

www.politicheagricole.it

 

 

—————

Indietro