Bando MIUR per la ricerca e lo sviluppo

16.02.2011 12:08

Le Pmi italiane hanno fino al 28 febbraio 2011 per aderire al bando MIUR (Ministero Istruzione, Università e Ricerca), presentando un progetto di rilancio (riorientamento e recupero di competitività) di strutture di ricerca industriale.

Per le piccole imprese sono previsti contributi a fondo perduto fino al 70% delle spese per attività di ricerca industriale, al 45% per quelle di sviluppo sperimentale e al 70% per la formazione.

Per le medie imprese, i finanziamenti a fondo perduto possono arrivare a coprire rispettivamente il 60%, 35% e 70% delle spese citate.

Possono partecipare le imprese industriali e di servizi; imprese artigiane di produzione; centri di ricerca con personalità giuridica autonoma promossi da una o più imprese; consorzi e società consortili, partecipati per oltre il 50% dalle imprese (30% se la sede del consorzio è ubicata in area sottoutilizzata).

Sono finanziabili progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, con connesse attività di formazione e/o riqualificazione del personale di ricerca, finalizzati al riorientamento ed al recupero di competitività di strutture di ricerca (ex D.M. 593/2000-art.10).

Le attività di progetto dovranno essere avviate 60 giorni dopo la conclusione dell'attività istruttoria, mentre le agevolazioni saranno erogate in una parte di contributo a fondo perduto e una parte sotto forma di credito agevolato.

Le domande dovranno essere inviate per via telematica sul sito SIRIO - Sistema Informatico Ricerca Italia Online - dove è disponibile anche guida alla compilazione e tutte le informazioni necessarie.

Link doc

SIRIO

—————

Indietro