Agevolazioni su ristrutturazioni edilizie

18.08.2009 10:53

Il Friuli è una delle regioni in cui la richiesta per le ristrutturazioni edilizie è più elevata.

La Finanziaria ha prorogato fino al 31 dicembre 2010 il termine per fruire della detrazione del 36% delle spese sostenute per i lavori di recupero del patrimonio edilizio, introducendo anche la detrazione d’imposta sull’acquisto di immobili ristrutturati da imprese di costruzione o ristrutturazione o da cooperative (agevolazione che non era stata prorogata per l’anno 2007).

 

I contribuenti hanno la possibilita’ di detrarre dall’imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef) le spese sostenute fino al 31 dicembre2010 per la ristrutturazione di case di abitazione e delle parti comuni di edifici residenziali situati in Italia. Il beneficio sul quale calcolare la detrazione spetta fino al limite massimo di spesa di 48.000 euro da suddividere in dieci anni e tra i soggetti aventi diritto alla detrazione per anno di imposta.

 

Da tenere bene in mente che per usufruire del bonus e’ indispensabile effettuare il pagamento delle spese per i lavori di ristrutturazione solo tramite bonifico bancario da cui risulti: la causale del versamento, il codice fiscale del beneficiario dell’agevolazione e la partita IVA o il codice fiscale dell’impresa beneficiaria del bonifico.

 

La detrazione del 36% riguarda:

 

>spese sostenute per eseguire gli interventi di manutenzione straordinaria

>le opere di restauro e risanamento conservativo

>i lavori di ristrutturazione edilizia per i singoli appartamenti e per gli immobili condominiali.

>la costruzione del box o di un posto auto di pertinenza della prima casa.

 

—————

Indietro