Speciale Finanziaria 2018: ecco i più importanti bonus e detrazioni

03.12.2017 11:28
  • Bonus caldaie, finestre e schermature solari: scende la detrazione fiscale dal 65% al 50% per le spese relative agli interventi di acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi, di schermature solari e di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione e a biomassa.
  • Ecobonus: Viene confermata la percentuale di detrazione al 65% su alcuni interventi per il miglioramento dell’efficienza energetica degli immobili: interventi di riqualificazione globale, dei lavori sull’involucro (strutture opache), dell’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda e dell’installazione di sistemi domotici.
  • Ecobonus micro-cogeneratori: sono stati inseriti, tra gli interventi che hanno diritto all’ecobonus anche l’acquisto e la posa in opera di micro-cogeneratori in sostituzione di impianti già esistenti fino a un valore massimo della detrazione di 100 mila euro.
  • Ecobonus in condominio: confermati gli incentivi per gli interventi sulle parti comuni degli edifici condominiali. Si partirà dal 65% per arrivare al 70% qualora i lavori interessino almeno il 25% dell’involucro e al 75% se con l’intervento di miglioramento della prestazione energetica invernale ed estiva si consegue almeno la qualità media di cui al DM 26 giugno 2015.
  • Bonus verde: è prevista una detrazione fiscale dall’Irpef del 36% per gli interventi di sistemazione a verde delle aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze e recinzioni, nonché per la realizzazione di impianti di irrigazione e pozzi. Tra le spese detraibili sono incluse quelle per la progettazione e la manutenzione connesse all’esecuzione degli interventi. In condominio il limite di spesa sarà di 5 mila euro per unità immobiliare.
  • Bonus ristrutturazioni: fino al 31 dicembre 2018 la detrazione del 50% con un limite massimo di 96 mila euro per unità immobiliare, per gli interventi di ristrutturazione delle abitazioni e delle parti comuni degli edifici condominiali.
  • Sisma bonus: Per le spese di messa in sicurezza antisismica degli edifici residenziali e produttivi situati nelle zone a rischio sismico 1,2 e 3, effettuate fino al 31 dicembre 2021, è riconosciuta una detrazione fiscale Irpef o Ires. Si parte dal 50% e si può arrivare al 70% se l’intervento determina il passaggio ad una classe di rischio inferiore e all’80% se l’intervento determina il passaggio a due classi di rischio inferiori. Il tetto di spesa su cui calcolare la detrazione è pari a 96mila euro. Nei condomini si va sempre dal 50% e si può raggiungere il 75% se l’intervento determina il passaggio ad una classe di rischio inferiore e l’85% se l’intervento determina il passaggio a due classi di rischio inferiori. In questo caso, il tetto di spesa su cui calcolare la detrazione è pari a 96 mila euro moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio.
  • Sconto fiscale per i fuori sede: sono previste nuove detrazioni fiscali sugli affitti per gli studenti universitari che risiedono ad almeno 100 km dall’Università dove sono iscritti, ma non è più previsto che i due comuni debbano appartenere ad una provincia diversa.
  • Possono usufruire degli sconti fiscali anche gli studenti che risiedono in montagna e in zone disagiate e per loro la distanza si riduce a 50 km.
  • Sconti per alimenti a fini medici speciali: la norma estende per il 2017 e il 2018 la detrazione già prevista per le spese sanitarie alle quelle sostenute per alimenti, a esclusione di quelli per i lattanti, da parte persone affette da malattie metaboliche congenite, ovvero disturbi del metabolismo.

—————

Indietro